Cinque curiosità che non sai su Kurt Cobain

Cinque curiosità che non sai su Kurt Cobain

Cinque curiosità che non sai su Kurt Cobain

Ecco cinque curiosità su Kurt Cobain in vista del suo tributo di Venerdì 13 Aprile.

1. L’amico immaginario Boddah

Fin da quando era bambino Kurt aveva un carattere molto difficile:
era un bambino iperattivo, rimasto molto segnato dalla separazione dai genitori.
A suo dire, l’unico che sembrava capirlo era l’amico immaginario Boddah,
al quale il cantante spesso e volentieri dava la colpa delle sue marachelle infantili.
Questa figura immaginaria non ha mai abbandonato la mente di Kurt
e non è un caso se la lettera di addio di quel maledetto 5 aprile ’94
fosse indirizzata proprio a lui.

2. Piccolo regista

A quattordici anni Kurt iniziò a realizzare dei corti con la macchina Super-8,
acquistate dai genitori del cantante per firmare i loro momenti con il figlio.
Il primo corto del leader dei Nirvana fu una geniale versione del celebre “La guerra dei mondi”,
i cui alieni protagonisti atterravano proprio nel cortile della dimora dei Cobain.

3. La stima reciproca tra Kurt e Quentin Tarantino

Leggenda vuole che il regista Quentin Tarantino avrebbe voluto Cobain in “Pulp Fiction”
nella parte dello spacciatore Lance, interpretato poi da un Eric Stoltz
effettivamente somigliante al Kurt del ’93.
Cobain rifiutò,
ma in segno di ringraziamento per questo grosso attestato di stima da parte del regista,
del quale egli amava soprattutto il capolavoro “Le Iene”,
lo inserì nei ringraziamenti del disco “In Utero”.

4. Prima dei Nirvana c’erano gli Stiff Woodies

Un anno prima della formazione dei Nirvana, Kurt Cobain e
l’amico Krist Novoselic danno vita ad un duo, gli Stiff Woodies,
con Cobain alla batteria e Novoselic al basso,
duo che si fa accompagnare sempre da chitarristi e cantanti diversi.
Un giorno però Kurt decide di abbandonare la batteria
e di assommare in sé il ruolo di cantante e chitarrista.
Si unisce a loro Aaron Burckhard alla batteria e nascono così i Nirvana.

5. La firma di Kurt Cobain

Avete mai notato che nei suoi diari il frontman dei Nirvana
si firmava sempre come “Kurdt”?
Nessuna risposta troppo macchinosa; molto semplicemente la D è l’iniziale di Donald,
il secondo nome di Kurt.

Seguici Su:      

social_youtube social_facebook social_googleplus social_instagram social_email